venerdì 18 novembre 2011

Rimedi per tempi di crisi: diventa anche tu immortale

Vi propongo una soluzione per questi terribili tempi di crisi economica.

Prahlad Jani, il vecchietto
che non caga da 70 anni
L'anno scorso molti di voi avranno letto di Prahlad Jani, in arte Mataji, il guru indiano che da 74 anni starebbe vivendo senza mangiare e senza bere, prendendo il sole e respirando l'aria, nutrendosi cioè del prana, l'elemento sottile, il respiro, principio vitale che permea tutti gli esseri viventi.

Questo fenomenale vecchietto è stato osservato dall'equipe medica del dr. Sudhir Shah: in quindici giorni non avrebbe ne' mangiato ne' bevuto senza deperire minimamente. Le critiche al lavoro di questo medico sono già state esposte (vedi qui) e non mi ci soffermo, anche perché non è di lui che voglio parlare. Dirò soltanto che il presunto guru poteva, per esempio, fare gargarismi durante i bagni quotidiani e incontrare senza alcun controllo i suoi fedeli in una zona non ripresa da telecamere.

Il dr. Sudhir Shah è un adepto di una filosofia-religione, il giainismo, uno dei cui principi è la pratica del digiuno assoluto come metodo per purificarsi e rendere più profonda la propria fede. Questo principio è ripreso dai breathariani, una setta che sostiene che gli esseri umani in realtà non avrebbero bisogno di cibo e acqua per vivere, potendo trarre tutto quello che gli serve direttamente dal prana e dal Sole.

Potete tranquillamente crederci perché è sicuramente vero che lo yogi indiano è 70 anni che non mangia, non beve e non fa la cacca. Siamo noi scettici che non lo accettiamo perché abbiamo la mente chiusa e non capiamo cose che dipendono da una diversa spiritualità che va oltre la nostra; in realtà eventi simili succedono da sempre...

Diciamocelo: fisica e biologia non sono più il frutto dell'osservazione della natura e dell'elaborazione delle sue leggi.

Hira Ratan Manek: niente cacca dal 1995!
Ammesso che lo siano mai state, ora che sono così intrise di vuota matematica, di scetticismo scientista, di darwinismo, ora che sono nelle mani di una squallida elite di tecnocrati che nega tutto, persino le testimonianze di gente affidabilissima che non avrebbe nessun motivo per mentire, sono diventate delle banali opinioni, un'aberrazione estetica della cultura e della spiritualità occidentale; aberrazione che come un cancro cerca di perpetuare il proprio potere schiacciando ogni voce dissenziente. Chi lo nega è un superficiale, uno che si fa infinocchiare dalla propaganda di regime, un essere privo di sensibilità e lontano dalla consapevolezza che solo certe profonde filosofie sanno dare.

Aria, Sole e ... Royale
con formaggio
Sono tanti infatti quelli che, grazie alle tecniche breathariane, hanno smesso di mangiare e bere e ora campano di solo di luce solare ed aria come il nostro santone... Solo un assaggino ogni tanto ma per il gusto, non per il nutrimento. Solo una scagazzata ogni tanto, ma innocente, non puzza nemmeno... tanto per dare un senso al buco del culo.

E comunque se non è possibile vivere del tutto senza cibo (i breathariani d'America si concedono una Diet Coke e un Royale con formaggio da McDonald's, come in Pulp Fiction: e non è una battuta, vedi sotto) è senz'altro colpa dell'inquinamento (forse delle scie chimiche?) perché nel passato tanti asceti ci sono riusciti: ce l'hanno fatto sapere essi stessi o i loro adepti e solo una persona malpensante piena di pregiudizi potrebbe rifiutare delle prove aneddotiche così convincenti.

Chi volesse sperimentare queste tecniche e ottenere risultati simili non ha nemmeno bisogno di andare in India.

Wiley Brooks fa ancora
la cacca, ma non si spiega
perché
Andate sul sito dei breathariani d'America di Wiley Brooks: breatharian.com (che ho linkato come i successivi tramite Anonymouse in modo che non risultino ingressi dal mio blog perché sono invidioso).

Potete cominciare facendovi mandare per soli 500$ (cinquecento dollari) il loro elisir d'amore (qui). Ha la parvenza di una RedBull ma proviene dalla Fontana della Giovinezza e dell'Immortalità del Giardino dell'Eden che si trova nei Mondi della Quinta Dimensione.

Per soli 1000$ (mille dollari) c'è l'elisir degli dei (qui). Dalla descrizione assomiglia al precedente ma immagino sia più potente.

Il passo successivo è il Workshop di Iniziazione (qui). Costa solo 100.000$ (sì, centomila dollari) con un anticipo di 10.000$: un affarone! Il corso, che si tiene nel sud dello Utah (no, il biglietto aereo non è compreso), comprende una visita alla Prima Terra nel vostro corpo fisico e insegna come diventare un abitante permanente di questo mondo meraviglioso.

Per 1.000.000 $ (avete letto bene, un milione di dollari) ci si può iscrivere addirittura a un corso per diventare immortali (qui). Tirchi!!! Cosa volete che sia un milione di dollari per l'immortalità!

Però bisogna sbrigarsi perché il tempo stringe. Nel 2012 l'intera umanità sarà sottoposta a un processo e solo chi sarà stato iniziato potrà aspirare ad ascendere alla Terra della quinta dimensione o sopravvivere alla data ultima della Terra della terza dimensione (la nostra): il 20 marzo 2013 (qui).

Ah dimenticavo... Qui è spiegata la questione del Cheese Royale da McDonald's.

Metodi di una volta: pece e piume
per i ciarlatani
Molti anelano a tornare ai bei tempi che furono, quando i rapporti umani erano più veri, si respirava l'aria pura, non c'erano le scie chimiche e il signoraggio, il cibo era genuino e ci si curava con metodi sani, non con le porcherie della medicina moderna.

Ebbene, su una cosa (forse) sono d'accordo. In quei bei tempi luminosi certe persone venivano elevate al ruolo che meritavano ... legate come salami e issate con una fune, poi ricoperte di pece e piume (in ricordo delle divinità meso-americane, suppongo), portate in giro con un bel cartello al collo a ricordare a tutti le loro epiche imprese e infine lasciate andare dopo una buona dose di bastonate o calci in culo (un rito propiziatorio o forse catartico... credo).

Non ancora breathariano
potrebbe (responsabilmente)
diventarlo
Oggi non rischiano nemmeno di dover lavorare per campare. A volte finiscono in parlamento a proporre interrogazioni su HAARP e sulle scie chimiche (tra un voto di fiducia e la riscossione della relativa parcella), in TV a blaterare di competenze oncologiche e di vera scienza o più spesso in tristissime trasmissioni tipo Voyager o Mistero, in spot televisivi in cui pubblicizzano filtri d'amore e sistemi infallibili per vincere al lotto oppure su siti web ridicoli sui quali vendono il libro della loro rivalsa contro il sistema corrotto che li ha mal giudicati; tutto questo grazie a un vasto pubblico di creduloni, tanto avidi di cazzate newage quanto fieramente ignoranti di qualunque nozione scientifica, ma sempre tanto consapevoli e con la mente tanto aperta...

7 commenti:

  1. Stai diventando più cattivo....
    Oh beh, approvo.
    :-)
    Dylan

    RispondiElimina
  2. :-)

    Mi è capitato di rileggere alcuni vecchi/nuovi commenti in qua e in la su blog che ho frequentato in passato (o altri posti che bazzico tuttora) sia su questo argomento che su "la nuova medicina tedesca del dr. Hamer".

    Hamer ha ammazzato centocinquanta persone. Anzi: centocinquanta disperati si sono fatti ammazzare da lui. I morti dei breathariani sono di meno, ma non sono meno morti e chi li ha convinti a lasciarsi morire di fame e di sete non è meno colpevole di Hamer.

    Non riesco a trovare scusanti alla stupidità di chi sostiene questa gente.

    RispondiElimina
  3. E vai che ho trovato il modo di risparmiare i soldi per comprarmi da mangiare!!!!! .................... corro in banca chiedo un mutuo spiegando il motivo!!! sicuramente me lo darannno!!!! ihihihihihhhhhihhiihhhihihiihhhhhiih

    RispondiElimina
  4. "Persone che non sanno cosa fare in un piovoso pomeriggio di domenica bramano l'immortalità" (cit.)

    RispondiElimina
  5. oibò ne saranno entusiasti gli anoressici di tutto il mondo!! Pensa te che li curavano come fossero malati e invece si scopre che i malati siamo noi... vabbè vado a farmi un'amatriciana... tanto per non perdere il vizio, buona cena a tutti!

    RispondiElimina
  6. cavolo ma io ti adoro!
    avere apertura mentale non significa credere alle ca**ate,ma avere rispetto per le altre persone, non giudicare dal colore della pelle e tutto ciò che ci rende essere umani

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Marco! Perfettamente d'accordo con te. Aggiungo che avere la mente aperta significa anche ammettere sempre la possibilità di essere in errore, riconoscere che sapere richiede fatica e che - di conseguenza - avere la libertà sacrosanta di esprimere la propria opinione non significa necessariamente che tutte le opinioni abbiano lo stesso valore; nel senso che è importante saper riconoscere il valore di quelle altrui: non mi rivolgo al lattaio per il mal di denti o all'avvocato per riparare l'auto; e quindi nemmeno al sensitivo di turno "per farmi insegnare la mia distanza dalle stelle" (cit.).

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...