lunedì 19 luglio 2010

Gli enormi blocchi di pietra impossibili da spostare

Luna crescente su StonehengeUna delle obiezioni che i fanta-archeologi (o sedicenti ricercatori del mistero) muovono più spesso all'archeologia da loro definita ufficiale a proposito dei grandi monumenti in pietra del passato (complessi megalitici, Stonehenge, Isola di Pasqua, Giza, ecc.) è la presunta impossibilità tecnologica di alzare/spostare pietre così grandi e pesanti.

Dal momento che non ci sono arrivate descrizioni delle tecniche usate per spostare questi pesantissimi blocchi di pietra, quello che si può fare è immaginarsi come li potessero sollevare, girare, trascinare e posizionare ragionando in termini di semplicità, praticità e tenendo conto dei materiali disponibili a quell'epoca (nel caso di Stonehenge, per esempio c'erano essenzialmente legno, funi e altre pietre). È di questo che si occupa l'archeologia sperimentale.

A volte in aiuto degli archeologi corrono dei semplici appassionati che hanno delle intuizioni geniali. È questo il caso di Wally Wallington, un carpentiere in pensione, che - come dice lui stesso - negli anni di attività si è spesso trovato a dover improvvisare soluzioni per portare a termine un lavoro...

Ecco come, usando solo corde, travi, leve e sassi in nostro Wally, da solo, è riuscito a spostare e posizionare dei blocchi pesantissimi:

Possono aver fatto così anche i costruttori di Stonehenge? È una domanda destinata probabilmente a rimanere senza una risposta. Tuttavia questo metodo dimostra come fosse tecnicamente possibile spostare e posizionare quei blocchi anche quattromila o cinquemila anni fa e senza l'aiuto di alieni o atlantidei.




Il sito di Wally Wallington: http://www.theforgottentechnology.com/

6 commenti:

  1. oh gesù, spostare non sposare!

    RispondiElimina
  2. ARRRGGHH!!! Proprio nel titolo! :-D
    Grazie mille della segnalazione. L'ho corretto.

    RispondiElimina
  3. Questo video mi ha davvero aperto gli occhi. Ora il concetto di base è che se un uomo da solo, un lavoratore,carpentiere, quindi senza offesa ma non parliamo di un luminare o ricercatore, è riuscito da solo a fare quanto mostrato in video, perchè mai una civiltà intera come quella egiziana non avrebbe potuto semplicemente con tecniche "umane" aver costruito le piramidi? mi viene da ridere perchè avevo letto in passato un articolo dove si parlava di tecniche aliene di smaterializzazione della roccia.. di magnetismo della pietra per far letteralmente "lievitare" blocchi di tonnellate di pietra. Poi vedo un carpentiere che da solo si costruisce una riproduzione di stonhenge. Grazie per la tua opera di informazione, non mancherò nel mio piccolo di postare altri commenti. Nico

    RispondiElimina
  4. Nico, grazie dei complimenti!

    RispondiElimina
  5. sembr di esser su superquark...avete omesso sachsihuaman, puma punku, ocachambo, baalbek etc

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Superquark? Magari! Grazie per il complimento e per i siti megalitici che hai suggerito. Il mio "eccetera" si fermava un po' prima del tuo, ma ho voluto mettere solo i più celebri trattandosi di esempi.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...