domenica 3 novembre 2013

Nube interstellare killer in arrivo per il 2014?

Strati esterni di una stella cadono in un buco nero.
Albert Shervinsky... Chi era costui?

Diversi blog dedicati ai presunti "misteri" (leggi: fuffa) stanno ripetendo la catastrofica notizia di una nube distruttiva emessa nientepopodimeno che dal buco nero centrale della Galassia e destinata a investire in pieno il nostro pianeta nel 2014.

L'Astrofisico britannico Albert Shervinsky, dell'università di Cambridge, è sicuro che una nube di polveri fuoriuscite da un buco nero vicino al centro della nostra Galassia, si sta avvicinando al nostro sistema planetario e distruggerà la Terra. ”Se la nube raggiungerà la Terra – commenta l’astrofisico - il suo effetto sul nostro pianeta sarà come l'acqua versata su un foglio scritto con l’inchiostro, che corrode le parole e le trasforma in guazzabuglio“. Secondo lo stesso Shervinsky, la NASA tiene in segreto questa informazione temendo disordini a livello globale. La nube ha 17 milioni di chilometri di diametro.

Dobbiamo preoccuparci?
Non diciamo cazzate. È una bufala tra le più ridicole; e se la cito è solo perché è un concentrato di tutto quello che deve avere una bufala per essere riconoscibile da lontano.

Cominciamo dalla fonte. Basta cercare un poco per accorgersi che la presunta "notizia" è del 2005. La "notizia" è lì in bella vista da 7 anni e i siti per creduloni di casa nostra si scatenano solo ora. Riusciamo a essere i peggiori anche in questo. La fonte è uno dei giornali più screditati del web mondiale: pravda.ru (http://english.pravda.ru/science/tech/20-09-2005/8930-sun-0/). Non è mai successo che una notizia di questo tipo ripresa da quella testata avesse un qualche barlume di verosimiglianza. Con pravda.ru si va sul sicuro: se lo dicono loro, molto probabilmente è una puttanata.

Entriamo nella "notizia" vera e propria. Il buco nero centrale della nostra Galassia è distante 27 mila anni luce. Sono 255 milioni di miliardi di chilometri, una distanza inimmaginabile. Se il Sole fosse grande come una capocchia di spillo (1 mm) il centro della Galassia si troverebbe a oltre 180 mila chilometri di distanza. Come fa questo signor Albert Shervinsky ad affermare che nel 2014 arriverà una nube proveniente dal centro della Galassia? Anche se l'avesse vista partire, nella (opinabilmente) migliore delle ipotesi potrebbe viaggiare a una velocità prossima a quella della luce e impiegherebbe quindi più di 27 mila anni ad arrivare. D'altra parte, se viaggiasse alla velocità della luce, allora nessuna radiazione da essa emessa avrebbe potuto averci già raggiunto e il sig. Shervinsky non l'avrebbe potuta vedere. Che motivi ha per sostenere che arriva dal buco nero centrale?


Perché una bufala possa essere in qualche modo credibile deve sempre appoggiarsi a qualcosa di noto e verificabile. La notizia vera è che potrebbe essere stata individuata una nube di gas interstellare che sta per cadere nel buco nero centrale della nostra Galassia. Collegamenti tra questa nube e la nostra nube del caos? Nessuno, ovviamente! (Video INAF).
Una nube di 17 milioni di km di diametro arriva l'anno prossimo e nessuno, a parte la NASA, l'ha ancora vista? Possibile? Se l'ha vista solo la NASA come fa il nostro ineffabile astrofisico a sapere tutte queste cose? In generale, perché certe idiozie che non si avverano mai le vediamo sempre tranquillamente riportate nei peggiori siti come preziosi segreti trapelati dalle strettissime maglie della sicurezza nazionale americana?
M42, la Nebulosa di Orione, è visibile a occhio nudo,
dista da noi oltre 1000 anni luce, si estende per oltre
24 anni luce e si presume abbia una densità media di
600 atomi per cm³ con una massa complessiva oltre
2000 volte quella del Sole.
Sempre secondo questo sig. Shervinsky, la nube agirebbe come la carta vetrata o l'acido e dissolverebbe la Terra al suo passaggio. La nebulosa di Orione ha una densità media di 600 atomi per centimetro cubo, è distante più di 1000 anni luce ed è visibile ad occhio nudo. Quanto cavolo è densa questa piccolissima nube (17 milioni di chilometri sono una sciocchezza per una nube di gas e polveri interstellari) per poterci scartavetrare via così in fretta? E se è così densa, perché non si vede?

Facciamo un giochino (sperando di non sbagliare i conti). Supponiamo che esista una nube più o meno sferica di gas di 17 milioni di km di diametro. Supponiamo che sia 100 volte più densa della nebulosa di Orione: 60000 atomi per cm³. Avrebbe un volume di 2,57×1030 m³ e conterrebbe qualcosa come 1,54×1041 atomi. Diciamo che siano in massima parte atomi di idrogeno o di elio con qualche elemento più pesante, in media due masse atomiche standard per atomo, ossia circa 2×1,66×10-27 kg. La nostra nube avrebbe una massa complessiva di poco più di 5,13×1014 kg, 513 miliardi di tonnellate, quella di una cometa (nello specifico, due volte la cometa di Halley). Non solo, ma non tutta la nube colpirebbe la Terra. La attraverseremmo impattando con una sezione cilindrica dalla base col diametro della Terra e lungo al massimo quanto tutta la nube, dunque un volume più o meno di 2,17×1024 m³ (π×r²×h = π × 6.371.000²  × 17.000.000.000). Coi parametri di prima (60000 atomi per cm³) vengono 432 mila tonnellate, circa 4 portaerei di classe Nimitz (o una superpetroliera a pieno carico): tanto, ma di qui a scartavetrare via la Terra dall'universo ce ne passa!

Altra colossale sciocchezza è la presunta composizione della nube. In qualcuno dei blog o dei forum dediti all'adorazione della fuffa si legge qualcosa tipo «si è sempre pensato che i buchi neri si limitassero ad assorbire la materia, ma ora gli scienziati suppongono che possano anche emettere verso l’esterno qualche sostanza che divora la materia normale».
Radiazione di Hawking
Stephen Hawking, il famoso matematico, fisico e cosmologo britannico, ha sviluppato una teoria basata sulla fisica quantistica secondo la quale i buchi neri dovrebbero lentamente perdere massa attraverso la cosiddetta radiazione di Hawking. Si tratterebbe però di particelle ordinarie (in massima parte fotoni termici a bassa energia) tra l'altro non emesse direttamente dal buco nero ma dovute alla natura quantistica dello spazio. Dunque, ammesso che i buchi neri evaporino, non lo fanno emettendo una sostanza che si mangia la materia. Ma anche se fosse, dal centro della galassia fino a noi, questa sostanza affamata di materia avrebbe dovuto attraversare il nucleo galattico e almeno tre o quattro bracci a spirale con tanto di stelle di ogni tipo e soprattutto estesissime nubi di gas e polveri (le stesse che ci impediscono di vedere direttamente il nucleo). Finora questa sostanza è forse stata a dieta? O ha una fame inesauribile? Se l'ha ipotizzata il sig. Shervinsky, spieghi bene lui di cosa si tratta. Altrimenti è abbastanza evidente che l'unica materia ad essere stata divorata sia stata quella grigia di chi ha pubblicato questa bufala senza verificarla, ma ho qualche dubbio che la colpa sia dei buchi neri.

Veniamo poi alla ciliegina sulla torta: la NASA sa ma tace per non gettare la gente nel caos... Fateci caso: tutte le presunte profezie internettiane rivelatesi idiozie per boccaloni ignoranti hanno come denominatore comune la NASA che tace per evitare il panico. Astronavi giganti in arrivo, inversione dei poli, Nibiru, Pianeta X, profezia Maya, tempesta solare, colomba spaziale, cometa Elenin, cometa Hale-Bopp, allineamento galattico, allineamento planetario, cinture di luce... I sostenitori di tutte queste solenni bufale per babbei indicano il silenzio della NASA come prova a favore della loro tesi ed eventuali smentite da parte della NASA come prova ancora più convincente.
Incidente con un velivolo sperimentale
la prossima volta usa la forza, Luke!
Il "ragionamento" è: «se la NASA tace è perché abbiamo ragione; se la NASA ci da torto è perché abbiamo ragione; visto che l'unica possibilità rimasta è che la NASA ci dia ragione allora abbiamo ragione, qualunque cosa dica o non dica la NASA». È un "ragionamento" talmente idiota da essere il vero sigillo di garanzia per per le stronzate catastrofiste a sfondo astronomico.

Mi dimentico qualche cosa? Ah, sì, quella più ovvia: Albert Shervinsky, dell'università di Cambridge, non esiste. Andate sulla rubrica on-line dell'Università di Cambridge: qui. Cercate "Shervinsky", iniziali "A. S.", e abilitate la ricerca approssimata (match like sounding names). Risultati: zero, nada, nothing, nihil, null, nichts... Se cercate su Google troverete riferimenti a questo nome solo a proposito di questa bufala. Non esiste un ricercatore con quel nome, non lavora a Cambridge o in nessun altro osservatorio e non c'è una ricerca che sia una che porti la sua firma.

È raro trovare casi in cui tante idiozie siano concentrate in così poche righe. In compenso ci sono un sacco di siti per focomelici cognitivi che su queste righe costruiscono congetture citando la radiazione di Hawking, la scoperta di una nube di gas interstellari che dentro al buco nero centrale sta per entrarci, ecc. Cosa non ci si inventa pur di non fare la più banale delle verifiche... Un tizio fa un'affermazione pazzesca, di una gravità eccezionale... Informarsi su su chi diavolo sia costui non sarebbe la prima cosa da fare?

Beh, per chi è pronto a bersi una sciocchezza come questa notizia suggerisco uno scenario inquietante. Albert Shervinsky è stato fatto sparire dalla NASA, ogni riferimento alla sua vita cancellato, tutti i suoi conoscenti lobotomizzati. Sono stati i rettiliani in combutta coi grigi e Bildeberg. Il lavaggio del cervello globale l'hanno fatto con HAARP e le scie chimiche e una spruzzata di signoraggio. Prosit!

15 commenti:

  1. Ho letto ieri di questa nube e l'ho bollatta subito come "stronzata galattica".
    Invece pensavo che la nube che dovrebbe passare vicino al buco nero e (forse) entrare nel pozzo gravitazionale fosse vera.
    Ottimo post come sempre.
    Ciao.
    Renato.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Invece io ho pensato che possono aver preso spunto dal gioco Dungeons & Dragons dove esisteva appunto l'incantesimo Cloudkill (in italiano : Nube Mortale) :)

      Nel gioco Uccideva creature con 3 DV(dadi vita) o meno! :)

      Elimina
    2. In rogue (o moria), un D&D per terminale video prima, linux poi (ma ci sono anche le versioni command-line per ambienti microsoft sin dai tempi del ms-dos) c'era proprio la acid cloud per sterminare i mostri che si riproducevano velocemente e riempivano le stanze tipo vermi, blatte e topi :-D
      Questa è decisamente una bullshit-stinking-cloud comunque.

      Elimina
  2. ottimo post come sempre, e mi piace che qui la pseudoscienza venga smentita anche con calcoli che chi scrive bufale neanche saprebbe fare.
    Riguardo la nube che sta cadendo nel buco nero, i blog di fuffologia parlavano persino di un risveglio del buco nero, da loro definito Sleeping Dragon. Ora, io sino ignorante in materia, ma ho letto la notizia e credo che data la massa della nube, questa non sia in grado di risvegliare nessuno e che le radiazioni che emetterà il buco nero non avranno alcun effetto su di noi, che siamo appunto lontanissimi, o sbaglio?
    Arianna

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Grazie Arianna. Non sbagli, nel senso che le radiazioni non avranno alcun effetto su di noi. Di "risveglio" è in un certo senso lecito parlare - di fatto ne parlano in questi termini anche gli scienziati - perché i buchi neri galattici alternano periodi di quiescenza a periodi di grande attività, a seconda che arrivi o meno materia nel loro disco di accrescimento. Gli astronomi si aspettano di "vedere" energia sparata nello spazio e di poterne studiare i flussi per capire meglio i buchi neri e le loro dinamiche.
      Di fatto a veder qualcosa saranno solo gli strumenti degli astronomi.

      La cosa buffa di chi si occupa di fuffa è il mutuare le parole della scienza e rigirarle a loro piacere, dimenticando che quei termini hanno senso solo nel contesto definito dagli scienziati.

      Se i buchi neri esistono (e la "pistola fumante" ancora non è stata trovata per cui quel "se" è necessario) allora esistono nei termini definiti dagli scienziati che li hanno teorizzati, studiati e dei quali hanno previsto il comportamento. Tutte le altre definizioni sono senza senso.

      Elimina
  3. Io tante volte penso che vorrei conoscere chi scrive in questi siti e si prende la responsabilità di divulgare notizie del genere anche solo per capire il perché lo faccia...devo dire tuttavia che è grazie a loro che mi interesso a questi argomenti che, detto sinceramente mi impaurivano parecchio.
    Per tornare alla piccola nube, di certo non trasformerà la via lattea in un nucleo attivo come intendono i fuffari.
    Arianna

    RispondiElimina
  4. Bella bufala! ma dopo la sola del 21-12-2012 sono tutte in tono minore :)

    RispondiElimina
  5. Il trucco è fare come XKCD buttare le teorie cospirazioniste le une contro le altre (http://xkcd.com/966/): certo che esiste una nube mortale ma non credi che si schianterebbe prima contro Nibiru?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. :-)
      Sì, in effetti bisognerebbe trollarli un po' !

      Elimina
    2. Hahaha stupenda xd. Allora la nube ci salverà da nibiru!

      Elimina
  6. http://books.google.co.uk/books?id=pvMDAAAAMBAJ&pg=PA24&dq=weekly+world+news+2014+black+hole&hl=en&sa=X&ei=gvCEUqb9AcOS0AXjjoCwBg&ved=0CD4Q6AEwAA#v=onepage&q=weekly%20world%20news%202014%20black%20hole&f=false

    ecco la fonte HAHAHHAHAHA il satirico-bufalaro Weekly World News, datato 2005

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ti dirò: ci avevo pensato perché era proprio nello stile di WWN (e perché quasi sempre pravda.ru ricicla le loro bufale) ma non ero riuscito a trovare la fonte. GRAZIE per la segnalazione. Appena ho un attimo aggiorno l'articolo!

      Elimina
  7. Ma se il buc nero è un corpo che ha una grandissima forza di attrazione e non fa uscire da esso nemmeno la luce come può far uscire queste nubi. E se queste nubi nn venissero dal buco nero, la sua forza di attrazione lo risucchierebbe tutto .
    P.S. i buchi neri si studiano alle medie e gli scienziati, laureati, ci credono pure ?!??!?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non è proprio così. Nei film di fantascienza i buchi neri sono come dei vortici che attraggono inesorabilmente tutto.
      In realtà se il Sole diventasse all'improvviso un buco nero di pari massa per noi - buio a parte - non cambierebbe nulla. Continueremmo a girargli attorno come se nulla fosse.

      È solo nelle sue immediate vicinanze che un buco nero attrae tutto non lasciando fuggire nemmeno la luce. Questa distanza si chiama "Raggio di Schwarzschild" e la superficie della sfera con quel raggio (e centro nel buco nero) si chiama "orizzonte degli eventi". Al di fuori dell'orizzonte degli eventi la materia può ancora sfuggire.

      Quello che si sta osservando è una nube di gas e polveri che sta entrando nel campo di attrazione del buco nero centrale della nostra galassia. Una parte ne attraversa l'orizzonte degli eventi sparendo per sempre. Una parte gli rimane a orbitare intorno. La maggior parte sfuggirà, sparata a grande velocità nello spazio.

      Quanto al fatto che gli scienziati credano ai buchi neri: in realtà non hanno alternativa. Sono stati osservati e misurati una serie di fenomeni la cui unica spiegazione è un buco nero, un risultato teorico della Teoria della Relatività di Albert Einstein. Non solo, ma è stato previsto che in certe condizioni un oggetto come un buco nero dovrebbe avere certi precisi comportamenti: ebbene, questi comportamenti sono stati osservati.

      In altre parole è come se tu vedessi qualcosa che ha la sagoma di un gatto, miagola come un gatto, si comporta come un gatto, si muove come un gatto, e che cammina, corre e salta come un gatto, e soffia come un gatto se gli lanci qualcosa. Anche se non hai la certezza che sia un gatto, quella è l'ipotesi migliore.

      Per finire, non sono veramente i buchi neri quelli che hai studiato alle medie. Sono una spiegazione divulgativa, molto semplificata e approssimata. D'altra parte non li studi veramente nemmeno alle superiori e neanche alla triennale dell'università. Per studiarla ti serve una matematica molto complessa che si impara dopo molti anni di studio!

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...