venerdì 8 giugno 2012

I neutrini non sono più veloci della luce (ed Einstein tiene duro)


Esperimento OPERA
Dopo l'eccitazione del primo annuncio, l'ilarità sul Tunnel della Gelmini, la delusione della prima smentita, la disillusione delle prime evidenze contrarie sono arrivati i nuovi risultati dei quattro esperimenti che analizzano i neutrini tra Cern e Laboratori del Gran Sasso: i neutrini sparati dal CERN non sono più veloci della luce.

L'annuncio è stato dato a Kyoto (Giappone) alla 25ª Conferenza Internazionale sulla fisica del neutrino. I quattro esperimenti (OPERA, Borexino, Icarus e LVD) hanno tutti misurato tempi di volo dei neutrini sparati dal CERN ai Laboratori del Gran Sasso consistenti con la velocità della luce.

I risultati precedenti erano stati falsati da un errore di temporizzazione delle fibre ottiche, un elemento del complicatissimo sistema di misurazione implementato tra il CERN e il Gran Sasso.

Sergio Bertolucci, direttore per la ricerca e le tecnonogie d'informazione del CERN ha dichiarato che «Anche se questo risultato non è così eccitante come qualcuno avrebbe desiderato si tratta di quello che, in fondo, ci si aspettava. La vicenda ha catturato l’immaginazione pubblica e le ha dato l’opportunità di vedere il metodo scientifico in azione: un risultato inaspettato è stato reso noto per essere esaminato e risolto grazie alla collaborazione di esperimenti che sono, normalmente, in concorrenza fra loro. Questo è il modo in cui la scienza si muove».

Lucia Votano, direttore dei Laboratori INFN del Gran Sasso, ha commentato che «È motivo di grande soddisfazione che quattro diversi esperimenti abbiano potuto misurare con grande precisione la velocità del neutrino su una distanza di 730 chilometri, trovando tutti risultati tra loro coerenti e compatibili con la teoria della relatività».

Insomma viva il metodo scientifico. Magari con un po' più di cautela negli annunci...



Fonte: Wired

2 commenti:

  1. Ciao Gabriele, volevo segnalarti questa perla, un po' vecchiotta ma semplicemente sublime:

    http://www.anticorpi.info/2011/01/la-luna-e-artificiale.html

    ho cercato tue evuntuali mail di contatto nel blog ma non ne ho trovate, ragion per cui te ne segnalo la presenza in commento anche se non affine al tema trattato in questo articolo, se deciderai in fase di moderazione di eliminare il mio post capirò, l'importante è che tu legga l'articolo in link, perle altresì i commenti, giusto per dire : "la luna é troppo grossa per poter rimanere agganciata al magnetismo terrestre, é impossibile ma é li."

    Buona lettura :D

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Fantastico!!!

      Sembra la brutta copia di un racconto breve di fantascienza che lessi tanto tempo fa...

      Un altro pezzo veramente di pregio è "l'unica teoria che possa spiegare completamente tutte le anomalie appena elencate, vorrebbe che la Luna sia cava, e con un guscio in metallo di circa 20 miglia di spessore"... Sono talmente ignoranti da non essere nemmeno sfiorati dall'idea che un corpo del genere avrebbe una massa 7500 volte minore e un'accelerazione di gravità superficiale praticamente non misurabile...

      La cosa che mi lascia veramente sbigottito comunque non è che si possano scrivere certe fesserie, ma che chi si è preso la briga di tradurle ritenga che ci sia qualcosa su cui riflettere: sì, su quanto sono babbei.

      Elimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...