domenica 5 dicembre 2010

WikiLeaks e gli UFO

Julian Assange, promotore ed attivista di WikiLeaks, è stato recentemente intervistato via webchat dal Guardian. L'intervista è qui. Una delle domande riguardava gli UFO:

Guardian:
«Mister Assange, ha mai ricevuto documenti che avessero a che fare con gli UFO o gli extraterrestri?»
Assange:
«Un sacco di tipi strambi [ "weirdos" nell'originale ] ci scrivono email sugli UFO o su come hanno scoperto che erano l'Anticristo mentre parlavano con la loro ex moglie durante una festa in giardino... Tuttavia finora non hanno finora rispettato due delle nostre condizioni per la pubblicazione:
  1. che i documenti non siano fatti in casa;
  2. che siano autentici.
Va notato che in alcune parti non ancora pubblicate del cablegate ci sono in effetti riferimenti a degli UFO».
La prima parte della risposta descrive in modo abbastanza spietato il nutrito sottobosco dei tanti ufettari da YouTube o da forum che infestano il web.

Nella seconda parte si rimanda a riferimenti a degli UFO nei cablogrammi non ancora pubblicati.

Strano? No, visto che UFO significa Unidentified Flying Object, ossia "Oggetti Volanti Non Identificati". D'altra parte nella mente di tanti appassionati UFO significa quasi sempre "astronave aliena", per cui i believers aspetteranno con trepidazione la pubblicazione di quei documenti.

Finirà come coi documenti sugli UFO rilasciati dal ministero della difesa britannica, talmente esplosivi che di lì a pochi giorni fu chiuso l'ufficio per la segnalazione degli avvistamenti, considerato un costo inutile?

2 commenti:

  1. Il turismo ufologico: ovvero come monetizzare il Fenemeno UFO in italia.

    Roswell la cittadina del New Mexico che intorno al Museo UFO (e sul turismo ufologico) ha costruito una piccola ma florida economia locale potrebbe essere emulata in Italia?
    Dato che già esiste un Turismo Religioso apparentemente ancora florido in tempo di crisi, mi chiedevo se sia possibile sfruttare il fenomeno in qualche località italiana che potrebbe essere meta di questo tipo di turismo.

    RispondiElimina
  2. Andrebbe creato l'evento ma non è facile.

    So che una compagnia di marketing virale aveva usato gli UFO per fare pubblicità a Rimini o Riccione. Ha avuto qualche successo (nel senso che ne parlarono anche le TV nazionali, a fronte di un investimento economico ridicolo) ma hanno dovuto reggere il gioco solo per pochi giorni.

    Il problema, secondo me, è che una madonnina che piange non la si nega a nessuno. Col fatto che la gente si reca sul posto in preghiera e che quindi il fenomeno - anche se falso - desta il sentimento religioso in genere la madonnina non viene percepita come "bufala" ma come qualcosa di bonario.

    Guarda Medjugorje: è una truffa, c'è chi si sta arricchendo sulla credulità altrui, ma in Italia pochissimi osano metterla in discussione.

    Sugli UFO la questione è un po' più complessa. E' un fenomeno più fisico e un evento "fresco" desterebbe successo.

    La fortuna di Roswell probabilmente è stata la tempistica: qualcosa successe (e si sa anche cosa, ma questo è un dettaglio), i giornali ne parlarono con la giusta cialtronaggine e le possibilità di verifica oggi sono praticamente nulle.

    A proposito, una coppia di miei amici ci sono passati. Hanno mangiato gli hotdog degli alieni, fatto benzina alla pompa aliena, ovunque vendono gadget alieni...

    RispondiElimina

LinkWithin

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...